Ray Ban New Wayfarer Alternative

Attrice belga principalmente teatrale che, schiacciata dal successo mostruoso incontrato sui palcoscenici belgi, sporadicamente, appare anche al cinema. Fin da adolescente, si appassiona molto presto al teatro, alla musica e comincia a partecipare ad alcuni corsi di recitazione.Il successo da adolescenteAll’età di 18 anni, fa il suo debutto sul grande schermo con un ruolo secondario nella pellicola di Joachim Lafosse lève libre, ma si rivela una delle più straordinarie e nuove giovani attrici con Le Bel ge , dove ha il ruolo da protagonista femminile accanto a un mostro sacro della recitazione francese: Michel Piccoli. Non può passare inosservata.

Capello lungo raccolto in una coda (più curato di una hostess dell’Air France), occhiale scuro modello Ray Ban, jeans nero stretto, giacchetta scura (sì, giacchetta avete letto bene) e, udite udite, pellicciotto al collo. Che gran classe! Gli avambracci scoperti per favorire i movimenti e mostrare i tatuaggi che hanno segnato il tempo che fu. Ma contestualizziamo l’abbigliamento: non è di certo la serata più calda dell’estate, però di zanzare ce ne sono a frotte! Diciamocelo, un vero tamarro del Rock targato anni ’80.

Una madre prega perché il figlio, uno sbandato, abbia salva l’anima. Le sue preghiere vengono raccolte e in Paradiso, dove da tempo non arrivano anime degne della beatitudine eterna, decidono di fare di tutto pur di esaudire la richiesta e avere una nuova anima. Un’agente (Victoria Abril) viene allora inviata sulla terra per redimere il giovane, ma dovrà scontrarsi con un’agente dell’inferno (Penelope Cruz), che vuole raggiungere il suo stesso obiettivo.

Il film si chiude con l’immagine di un gruppo di studenti mascherati che giocano una partita di tennis, senza aver palle nè racchette. Il primo contatto con un paradosso sociale che già riflette l’esplosione del ’68, il quale entrerà nell’opera di Antonioni con Zabriskie point (1969), in cui un giovane in fuga, ricercato perché sospettato di aver ucciso un agente di polizia durante una manifestazione universitaria, incontra una ragazza alla ricerca di qualcosa di diverso. Il loro amarsi dura un attimo, poi lui viene ucciso dalla polizia e lei si abbandona all’immaginazione di una contestazione globale del reale, sognando di far esplodere la villa del suo datore di lavoro, che simboleggia il potere.

La bicicletta è ecosostenibile ed ha effetti benefici dal punto di vista psico fisico. Vi sono, tuttavia, ostacoli di tipo socioculturale che impediscono la più ampia diffusione del ciclismo, delle due ruote e del pedale: si tratta dei pregiudizi, gli stereotipi e delle presupposizioni che limitano, talora fortemente, la pratica del ciclismo in maniera egualitaria tra i diversi generi. Sono pochissime le donne che scelgono nelle nostre città, ed in particolare nelle città del Sud d’Italia, la bici come mezzo di mobilità urbana o come attività sportiva d’elezione.

Lascia un commento